Nutrizione & Lifestyle

Frutta fresca vs frutta disidratata

frutta disidratata
Scritto da Sara Nanì
  1. Cosa si intende per frutta disidratata?
  2. Quanta mangiarne e quale scegliere?
  3. Quando mangiarla?

La frutta disidratata può essere un’alternativa più pratica a quella fresca, ma quanta mangiarne? E quale scegliere?

Cosa si intende per frutta disidratata?

Per frutta disidratata si intende la frutta fresca essiccata e apporta carboidrati (anche zuccheri semplici) come la frutta fresca.
Diversa è invece quella secca intendendo quella a guscio ovvero noci, mandorle, nocciole, ecc.
La frutta a guscio apporta principalmente grassi.

frutta disidratata

La frutta disidratata, avendo perso l’acqua, riduce notevolmente il suo peso e volume. È questo il motivo per cui, in 100 g, il contenuto di carboidrati è ben più alto rispetto a quella fresca.
Rimane il fatto che la quantità di zuccheri di un’albicocca fresca è la stessa di quella di un’albicocca disidratata. Quindi, se come porzione di frutta mangiamo 3 albicocche fresche, sempre 3 dovremo mangiarne anche se essiccate.
Questo è l’errore che fanno in tanti, ovvero mangiarne molta di più solo perché, essendo meno voluminosa, non sazia. Attenzione: in questo caso il contenuto di zuccheri assunti inizia a diventare tanto.

Quanta mangiarne e quale scegliere?

La porzione media di frutta disidratata è di 30 g, ma leggete bene le etichette.
Spesso si trova frutta trattata con oli vegetali e aggiunte di zuccheri sotto forma di succhi concentrati o zucchero vero e proprio. Scegliete quella più al naturale possibile. Se dobbiamo sostituirla alla frutta fresca infatti, deve essere un alimento naturale e privo di additivi, altrimenti meglio quella fresca. 

Online trovate diversi siti dove trovare prodotti di qualità: https://www.fruttaebacche.it/ oppure https://www.fruttasecca.it/ e se la comprate al supermercato, leggete l’etichetta, un prodotto di qualità ha solo la frutta.

Quando mangiarla?

La frutta disidratata può essere mangiata negli stessi momenti in cui si mangerebbe quella fresca e può essere uno snack pratico da mettere in borsa pronto all’uso. Mi raccomando di bere tanto per sfruttare le proprietà benefiche delle fibre che contiene.

Sull'autore

Sara Nanì

Benvenuto nel mio blog! Sono Sara Nanì una Biologa Nutrizionista di Verona che adora cucinare. La mia filosofia è cercare di unire "sano" e "gustoso" nello stesso piatto per un benessere fisico e mentale, in un viaggio verso la conoscenza della salute, perché se la conosci, sai anche come mantenerla!

Lascia un commento