Un puzzle chiamato “peso”

Che cos’è il peso?

Il peso è un numero sulla bilancia, spesso ci soddisfa, altre no. Quando decidiamo di dimagrire fissiamo nella nostra mente un numero=peso da raggiungere.

Cosa costituisce il peso ne ho già parlato nell’articolo Variazioni della composizione corporea in dimagrimento con bioimpedenziometria (BIA). Focalizziamo quindi l’attenzione su cosa fare per raggiungere “quel peso”.

Peso o dimagrimento?

In studio mi capita spesso di sentire frustrazione se non si raggiunge un numerino esatto perdendo di vista tutto ciò che va fatto per raggiungerlo.
Ne ho parlato anche in una diretta Instagram sul mio profilo @sara.nani.nutrizionista assieme alla collega Ilaria Bertini.

Se vogliamo raggiungere un peso X, stiamo dando per scontato che, se il nostro peso attuale è più alto, vogliamo dimagrire.

Bene, allora cosa è veramente utile per dimagrire e raggiungere il peso X? Da qui l’idea di raffigurarlo come un puzzle. Esattamente, il dimagrimento è un vero e proprio puzzle costituito da diversi pezzi. Solo quando avremo tutti i pezzi al loro posto, potremo dire di aver ricomposto il puzzle.

Pezzo n°1: la dieta ipocalorica

Le calorie non sono importanti se ci limitiamo a confrontare due alimenti, ma lo diventano se vogliamo dimagrire. Per perdere massa grassa dobbiamo infatti introdurre meno energia di quella che ci serve e quindi dobbiamo seguire una dieta ipocalorica.
Mangiare “sano” infatti farà sicuramente bene al nostro organismo, ma se abusiamo con le porzioni non perderemo di certo peso.

Pezzo n°2: l’attività fisica

L’attività fisica è un’altra componente importante in un percorso di dimagrimento. Permetterà di aumentare il dispendio energetico e ci aiuterà a preservare la massa muscolare.
La sola dieta ipocalorica è importante, ma prima o poi ci porterà a un blocco del peso che solo l’attività fisica può sbloccare.

Pezzo n°3: l’organizzazione

Possiamo avere una dieta impeccabile sulla carta, ma se non impariamo a organizzarci, a fare la spesa, ci ritroveremo sempre in difficoltà. E ritrovarsi in difficoltà in cucina vuol dire ripiegare sui formaggi, sugli affettati, sulla pizza a domicilio.
Questo è un punto molto importare da tenere a mente perché è anche una delle cause del recupero peso dopo un percorso dietetico.
Al nutrizionista successivo cambieremo dieta, ma sulla gestione del tempo cadremo ogni volta. Ecco perché ai miei pazienti chiedo sempre ai controlli se ci sono delle difficoltà per consigliare strategie utili a risolverle.

Pezzo n°4: il cambiamento

Il cambiamento è forse il pezzo più difficile da incastrare.
Per il cambiamento non basta la dieta, serve un’analisi delle nostre azioni, del perché le diete precedenti sono fallite, cosa ci ha bloccati. Non è un lavoro facile da fare da soli ed è che qui che il nutrizionista dà una mano oltre alla semplice consegna della dieta.
Cambiamento può voler dire anche apprendere nozioni di educazione alimentazione e imparare ad applicarle, ma non solo.
Spesso il cambiamento può coinvolgere la sfera psicologica ed è qui che entra in gioco la figura dello psicoterapeuta. Se un nutrizionista vi consiglia lo psicoterapeuta è perché ha capito che le sue competenze per aiutarvi non bastano, servono altre competenze aggiuntive. Non è quindi non sapere come fare per aiutarvi, ma aver capito perfettamente come aiutarvi e mettervi in condizione di raggiungere il vostro obiettivo con un percorso in team.

Pezzo n°5: i controlli

I controlli sono un pezzo del puzzle “trasversale”. I controlli infatti sono le varie tappe di conoscenza di un percorso con un nutrizionista (anche non per il dimagrimento) che permetteranno di affinare le strategie su di voi.
Ognuno ha esigenze diverse, problemi diversi e si parte da una base che va poi plasmata man mano. I controlli servono a sviscerare i punti precedenti e a capire da che parte andare. Ecco perché saltarli porterà solo ad allontanarvi dal vostro obiettivo.
Come dico sempre ai miei pazienti, al controllo non si viene per raccogliere i punti (chili) da inserire nella raccolta, si viene per capire come riuscire a raccoglierli tutti.

Pensateci! 😉

Lascia un commento qui sotto e seguimi su Facebook o su Instagram!

Lascia un commento